Come Coltivare il Geranio

Il geranio si trova quasi in ogni balcone, essendo una pianta facile da coltivare, e da curare. Offre fiori di svariato colore, e di svariate forme, considerato il fatto che ne esistono moltissime specie. Continuando nella lettura potrai sapere come prenderti cura di questa pianta nel modo migliore.

Se hai acquistato o ti hanno regalato una pianta di geranio ponila in balcone, in un vaso che non sia comunque troppo grande, o se hai un giardino in piena terra. Considera che è una pianta che ama il sole, per cui vanno bene temperature fino a 25°C, mentre non ama assolutamente il freddo, soffrendo parecchio quando queste scendono sotto i 15 gradi. Il vento non è assolutamente indicato, ma l’aerazione è praticamente indispensabile se vuoi mantenere in buono stato questa pianta.

Di tanto in tanto è bene che tu zappi leggermente la terra in vaso, con delicatezza per evitare di recidere le radici, in modo che la superficie non si indurisca, e che le radici della pianta non soffochino. Rimuovi le foglie ed i fiori che man mano si vanno seccando, tagliando gli stessi ad una distanza di circa un centimetro e mezzo dal gambo principale. Concima ogni 2 settimane durante la primavera e l’estate, ed una volta al mese durante il resto dell’anno. Chiedi, a questo scopo, al tuo vivaista di darti un concime (preferibilmente liquido) che contenga tanto i macroelementi (come il Potassio) che i microelementi (come il ferro).

Il geranio va naturalmente annaffiato tutto l’anno, ma devi effettuare delle piccole variazioni a seconda del periodo in cui ti trovi. Tra la primavera e l’estate annafia spesso, in modo che il terriccio sia sempre umido, ma mai zuppo. Durante l’autunno e l’inverno, invece, annaffia di tanto in tanto, lo stretto necessario per non far seccare il terreno, e quindi le radici. Ogni primavera rinvasa la pianta, ponendola in vasi non eccessivamente grandi, ed in un terriccio composto da torba e terra argillosa, scuotendo ogni volta la pianta delicatamente, in modo che le radici si liberino del vecchio composto.

Se desideri moltiplicare il geranio puoi utilizzare la talea. In estate, o meglio verso il finire della stessa, stacca le talea dalla pianta principale (di circa 9-10 cm). Interra questa talea in un composto formato per metà di torba e per metà di sabbia, fino alle prime foglie. Poni il vaso in penombra, a circa 18 gradi, e copri il tutto con della plastica. Per far questo usa 3 bastoncini (più alti della talea) che tengano la plastica sollevata, e lega la stessa al vaso con del filo. Quotidianamente inumidisci il terriccio. Tutto questo per circa un mese e mezzo. Quando saranno spuntate le radici, prendi la nuova piantina, ed effettua il rinvaso in un vaso con torba e terra argillosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *