Categoria: Fai da Te

Come Rinnovare la Doccia

Siamo ormai vicini all’estate: il caldo e le maggiori attività fisiche comporteranno, oltre che un dispendio maggiore di energie, un uso molto frequente della doccia, spesso utilizzata, in questi frangenti, non solo per pulirsi ma semplicemente per rinfrescarsi. Ecco qualche consiglio su come rinnovare la doccia di casa tua.

Per iniziare accertati che il soffione sia all’altezza giusta, tenendo conto che la doccia può essere utilizzata da adulti e da bambini: solitamente il supporto ad asta al quale è collegato il soffione è posizionato in prossimità di un angolo, in modo da guadagnare un po’ di spazio all’interno del box-doccia. Al soffione, solitamente mediante raccordo conico o a ghiera, è collegato il flessibile.

La scelta del soffione, oltre che in base all’estetica, deve essere anche fatta in funzione della forma del getto che vuoi ottenere: esistono infatti vari tipi di getto, dal classico getto a pioggia a quelli più concentrati in grado di realizzare massaggi energici su corpo e pelle fino ad arrivare ai getti aerati, in cui l’acqua viene miscelata a minuscole bolle d’aria.

Importante è la pulizia dei soffioni, all’interno dei quali è spesso presente una sorta di anello flessibile, di materiale plastico, sul quale si deposita il calcare: semplicemente stropicciando il predetto anello puoi rimuovere questo deposito di calcare. Invece per rimuovere il calcare presente nei forellini del soffione devi pazientemente introdurre una punta sottile in ogni singolo foro, oppure, se hai fretta, immergi la parte interessata in una soluzione a base di acqua (calda), aceto e disincrostante.

Come Rinnovare Pavimento in Piastrelle

Sei stanco delle solite vecchie piastrelle del tuo pavimento? Hai acquistato da poco una casa antica e desideri iniziare a modernizzarla fin dall’inizio senza spendere cifre esorbitanti? Le piastrelle del garage della tua nuova casa si sono inaspettatamente lesionate o il pavimento del tuo salone non rispecchia l’estetica domestica che esigi dalla tua abitazione? Oppure sei semplicemente un grande appassionato del fai-da-te, pronto a trasformare con passione quella grezza cantina inutilizzata in una nuova stanza comoda ed accogliente? Bene! Allora questa è proprio la guida che fa per te!

Occorrente
Piastrelle
Battiscopa
Un Martello in gomma
Distanziatori a croce per piastrelle
Un tagliapiastrelle manuale
Dello Stucco Bianco
Un secchio
Colla per piastrelle
Acqua
Uno Scalpello
Un Martello
Un frattazzo dentato
Un trapano
Una frusta metallica
Stucco per fughe
Dei guanti
Una spugna

Prendi le misure della stanza in cui vuoi rinnovare il pavimento. Recati presso un rivenditore specializzato di piastrelle. Scegli le piastrelle e i relativi battiscopa che più rispondono ai tuoi gusti o alle tue esigenze. Rimuovi il vecchio pavimento. Con scalpello e martello picchia insistentemente fra le fessure delle vecchie piastrelle che desideri rimuovere.

Prepara la colla! Versa in un secchio acqua nella quantità di 2/3 e colla per piastrelle nella percentuale di 1/3. Mescola il tutto con l’aiuto di una frusta metallica collegata ad un normale trapano. Stendi la colla per mezzo di un frattazzo dentato sulla superficie che desideri ricoprire con le nuove piastrelle. Posa subito dopo la stesura della colla le piastrelle acquistate. Disponi nei quattro angoli di ogni piastrella dei distanziatori a croce.

Assicurati di aver incollato bene ogni piastrella picchiettando con un martello di gomma. Taglia quando necessario ogni piastrella in base alla conformazione del tuo pavimento usando un tagliapiastrelle manuale. Dopo avere ricoperto per intero la superficie del tuo nuovo pavimento dedicati al fissaggio dei battiscopa. Effettua la posa dei battiscopa per mezzo della stessa colla usata per le piastrelle.Ricopri i punti di fuga superiori dei battiscopa con dello stucco bianco. Attendi che il tutto si assembli per almeno 12 ore.

Verifica che la nuova superficie da te creata risponda realmente al progetto che ti eri proposto di conseguire. Riempi un secchio per 3/4 di acqua e per 1/4 di stucco per fughe. Mescola il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo. Stendi con un frattazzo di spugna l’impasto che hai ottenuto sopra le piastrelle. Copri tutta la superficie del nuovo pavimento. Attendi 2 ore. In seguito riempi un secchio di acqua pulita. Rimuovi il film superficiale di stucco per fughe dalle piastrelle con l’ausilio di una spugna imbevuta. Attendi che tutto si sia asciugato completamente.

Come Montare un Vivavoce nell’Auto

Parlate sempre al cellulare quando siete in macchina e odiate gli auricolari? Allora questa è la guida che fa al caso vostro! Grazie a questa guida sarete in grado di montare un vivavoce bluetooth nella vostra automobile spendendo davvero pochi euro.

Acquistiamo il vivavoce bluetooth. Innanzitutto verifichiamo che il nostro cellulare supporti la tecnologia bluetooth controllando sul menu. Una volta effettuata questa verifica rechiamoci presso un negozio di elettronica ed acquistiamo un vivavoce bluetooth come questi. Se vogliamo risparmiare qualche euro possiamo acquistarlo su internet.

Montiamo il vivavoce bluetooth. Una volta acquistato il prodotto decidiamo nella nostra automobile dove posizionarlo. Se il prodotto non è tanto grande possiamo posizionarlo dietro lo specchietto retrovisore. Ora prendiamo del nastro biadesivo 3M e mettiamolo dietro il dispositivo togliendo la prima pellicola protettiva.

Leviamo anche la seconda pellicola protettiva e attacchiamo il bluetooth facendo una leggera pressione. Una volta montato il kit accendetelo e tramite il cellulare fate una ricerca di nuovi dispositivi bluetooth. Trovato il dispositivo selezionatelo ed inserite la relativa password che trovate nel libretto di instruzioni per connettere il cellulare allo stesso. Ora il vivavoce bluetooth sarà attivo.

Come Realizzare Uccelli Fischietto con la Creta

Modellare la creta non è soltanto un hobby, ma anche un modo per esprimere la propria vena artistica. Ora, tra le tante cose che si possono sviluppare, la creta permette anche formare degli uccelli con la particolarità del suono, ovvero dandogli le giuste rifiniture con questi oggetti si potrà anche suonare. Con questa guida potrai capire come fare.

Occorrente
Creta
Un pezzo di balsa lungo 55mm, spesso 1,5 mm e di larghezza decrescente da 12 a 6 mm
Filo metallico
Ferro ad ansa
Sgarzino
Coltellino
Colori in polvere
Vernice trasparente

La prima cosa che dovrai fare, sarà di modellare un blocco di creta delle dimensioni di un’ arancia fino a ottenere la forma di un uccello. A questo punto, fai asciugare la creta per circa due ore, poi, una volta fatto, pratica un taglio orizzontale utilizzando un pezzo di filo metallico delle dimensioni di una ventina di centimetri.

A questo punto, separa le due metà e scavale con l’ apposito ferro ad ansa, lasciando pareti di spessore di circa un centimetro. Quando avrai fatto, passa a riattaccare i pezzi con la barbotina, che potrai ottenere bagnando un pezzo di creta con acqua e, una volta spremuta ne otterrai questa specie di collante. Ora incidi delle scanalature tutt’ intorno alla giunzione e leviga il pezzo.

Una volta fatta questa operazione, apri una finestrella di circa dieci millimetri alla base della coda in corrispondenza dello zufolo. Quindi, con il manico di un pennellino da disegno, dovrai praticare un foro nella punta della coda, penetrando il manico fino all’ altezza della finestrella, non oltre.

Ora, con uno sgarzino, assottiglia un pezzetto di balsa spesso 1,5 millimetri in modo da ricavarne un cuneo. A questo punto, per fare la canna d’ aria, inserisci questo cuneo nel foro della coda finchè la parte sottile non superi la finestrella, cuneo che poi dovrai togliere perchè serve per allineare bene il bocchino e il foro.

Quando avrai completato questa operazione, utilizzando un coltellino, taglia, usando il bordo affilato, la finestrella dalla parte opposta al bocchino e per farlo potrai servirti anche dell’ immagine che trovi in questo passo. Ora prova e, nel caso, registra la grandezza della finestrella e l’ allineamento del cuneo col bordo.

A questo punto, una volta che avrai ben registrato lo zufolo e che il suono venga emesso senza problemi, passa a sagomare con i raschietti e pratica i fori delle note in un fianco, ma ancora lascia il cuneo in posizione. Ora pittura il pezzo ottenuto con colori in polvere e passa un po di vernice trasparente. Fai le ali con delle strisce di creta e togli il cuneo.

Come Realizzare Strumenti Musicali Fai da Te

Costruire strumenti musicali è stata una delle prime attività “artigianali” dell’uomo. E’ una cosa che puoi fare anche tu con un impegno vòlto più che altro a reperire i materiali per costruire, che sono comunque di quotidiano uso. Scatole, pezzi di legno, di metallo, possono concorrere a realizzare strumenti. Certo non dovrai attenderti strumenti perfetti, anzi dovrai accontentarti di intonazioni più o meno approssimative. Ma non è escluso che queste tue invenzioni possano concorrere a realizzare una piccola, originale orchestrina.

Partiamo dalla sezione percussioni. La batteria è lo strumento la cui costruzione è più semplice. Essa consiste semplicemente nel reperimento di scatole di scarpe, fustini vuoti di detersivo, barattoli del caffè. Con 2 fustini crea la grancassa e un tom, altri tom puoi crearli con barattoli di caffé che andranno “picchiati” sul coperchio in plastica. Per il rullante, lega trasversalmente il coperchio rovesciato ad una scatola da scarpe, e metti su di esso un po’ di riso, lenticchie o sassolini. Per i piatti usa vecchi oggetti di ottone appesi a dei sostegni.

Per lo Xilofono, puoi appendere ad un asse alcuni vasi da fiori interracotta di varie dimensioni, da sinistra a destra dal più grande alpiù piccolo. Con due pezzi di manico di scopa da 15 cm, puoirealizzare i legnetti, con vecchi cucchiai in legno senza manici lenacchere. Usa poi i manici per la batteria. Per sonagli e maracas,usa per i primi dei pezzi di legno da cm 10 x 30 e inchioda sopra, a 3a 3, tappi di bottiglia metallici. Le maracas si creano infilando unpo’ di sassolini o riso in piccole bottiglie di plastica vuote easciutte, di quelle da mezzo litro.

Per la “sezione fiati” l’impegno è più arduo. Il flauto si crea alla maniera degli antichi pastori greci. Taglia vari pezzi di canna all’altezza delle giunture, lasciandole integre. I pezzi devono essere di grandezze diverse, da 25 a 7 cm. Legali o incollali in linea retta, con le parti aperte (dove soffierai) alla stessa altezza. Avrai così realizzato il cosiddetto Flauto di Pan (vedi foto).In un tubo da giardini di 1 metro e 50 circa, conficca un tappo da spumante in plastica col “condotto” previamente aperto. Soffiando dentro otterrai delle note, modificando l’impostatura della bocca sul tappo. Avrai realizzato il Corno da Postiglione.

Per il contrabbasso, devi procurarti una pentola metallica in alluminio, di quelle di grosso diametro, che i contadini romagnoli (e non solo) usano per far bollire le bottiglie di succo di pomodoro da conservare. Rovesciala a fondo in su e inchioda sul suo lato, perpendicolarmente al terreno, un bastone di legno di cm 150 circa. Pratica un minuscolo foro al centro del fondo della pentola. Infila di sotto una corda di chitarra (consiglio il MI basso) e fissalo in cima al bastone con una vite a legno. Pizzicando la corda da sotto in su e viceversa otterrai un suono simile al contrabbasso. Puoi anche usare un bastone più largo (circa 8 cm massimo) e fissare 4 corde.