Come Coltivare una Pilea

Questa pianta può avere un comportamento strisciante, di piccolo arbusto. Risulta essere molto apprezzata per la coltura in vaso, sia perchè possiede ottime doti di ornamento, sia perchè è di facile coltivazione. Ha foglie di forma ovale, di colore verde con screziature bianco argento, lungo le venature.

Prelevare da una pianta di Pilea già esistente, un rametto di circa 5 o 10 centimetri.
Preparare ora il vaso con 4 centimetri di argilla espansa per evitare il ristangno dell’acqua e far quindi marcire le radici; aggiungere poi la terra universale e al centro interrare il rametto, dopo aver eliminato 5-6 foglie.

Schiacciarlo leggermente e spruzzarlo di acqua con l’ ausilio di uno spruzzino.
L’innaffiatura andrà somministrata in modo da tenere sempre fresco il terriccio, ma non inzupparlo.
La Pilea infatti ha radici grasse e carnose e quindi trattengono già di loro molta acqua e perciò, in un terreno fradicio, marciscono in breve tempo.

La Pilea è una pianta resistente che non necessita di particolari cure.
Le concimazioni nel periodo vegetativo andranno effettuate ogni 10-15 giorni e sospese nel periodo invernale. Questa pianta richiede ambienti con temperatura sui 18 gradi circa e in casa è il suo luogo ideale. Il rinvaso verrà fatto in primavera in un vaso un po’ più grande del precedente.
La sua chioma, quando è troppo pesante, andrà sfoltita con decisione e la sua ricrescita sarà veloce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *