Come Coltivare il Lupino Ornamentale

In questa guida vi spiegherò come coltivare il lupino ornamentale. Questa pianta raggiunge l’altezza di 1 m; si tratta di una specie perenne, con foglie palmate, composte da 10-17 foglioline lanceolate. I fiori sono azzurri, rosa, lilla o rossi, riuniti in spighe lunghe 60 cm, sbocciano da maggio a luglio.

Il lupino ornamentale è una pianta originaria dell’America nord occidentale e dell’Europa, preferisce un’esposizione pressoché soleggiata o parzialmente ombreggiata. Mentre per quanto riguarda la temperatura, il lupino ornamentale è rustico nei nostri climi ed è quindi in grado di tollerare il freddo invernale.

Ora parliamo della riproduzione del lupino ornamentale, questa specie moltiplica per seme, produce in genere piante con fiori di vari colori. Si semina in marzo-aprile in vasetti di torba, in composto da semina, in letto freddo; in ottobre o nella primavera successiva si mettono a dimora le piantine e durante il primo anno si recidono le infiorescenze appena si formano.

Continuiamo a parlare sempre di riproduzione,le piante si devono moltiplicare per talea. In marzo aprile si prelevano talee lunghe 8-10 cm, possibilmente con un frammento di radice, e si piantano in terreno sabbioso, in letto freddo; quando hanno radicato, si piantano in vasi di torba e si mettono a dimora in ottobre.

Per quanto riguarda il terreno adatto al lupino ornamentale, deve essere neutro o acido, torboso, assolutamente privo di calcare. Mentre per la fertilizzazione possiamo dire che, in primavera, un mio consiglio è quello di somministrare appunto alla pianta di lupino ornamentale, un fertilizzante organico.

Ora vi parlerò di come innaffiare questa pianta: le innaffiature devono essere sempre frequenti, più abbondanti in caso di andamento climatico siccitoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *