Categoria: Casa

Come Applicare gli Spray Fissativi sui Disegni

Disegnando con medium in polvere, come il carboncino, i gessetti o il Contè, è utile avere sempre a portata di mano uno spray fissativo. Risulta essere possibile applicare questa resina sintetica sia nelle diverse fasi del disegno, sia a lavoro completo. La seguente guida illustrerà il modo in cui applicare i fissativi al disegno.

I materiali in polvere, quelli che si sbriciolano facilmente, come il carboncino, il gesso o il contè, funzionano depositando particelle di pigmento sul foglio di carta. Se il supporto che avete usato non è abbastanza mordente, o se avete applicato troppi strati di colore, il pigmento non legherà con la superficie. C’è pericolo che si sbricioli, rovinando il vostro lavoro. Per evitare questo problema, potete trattare l’immagine con lo spray fissativo e, legherete il pigmento al supporto, proteggendo la sua fragile superficie.

Dovete usare il fissativo in ambienti ben areati, evitando di adoperarlo vicino ad oggetti delicati. Per applicare il fissativo con una bomboletta spray, stendete la carta su un piano orizzontale ed iniziate a spruzzare dall’alto, cominciando da oltre il bordo esterno della carta e procedendo avanti e indietro per tutta la superficie, oltrepassando ogni volta i bordi del foglio. Per evitare un sovraccarico di fissativo in qualche zona, dovete tenere la mano sempre in movimento e lo spray non deve essere troppo vicino al foglio.

Provate a mantenere regolare la vaporizzazione, lasciando solo una pellicola sottile, in quanto più applicazioni leggere di fissativo producono risultati migliori rispetto ad un unico strato spesso. Le bombolette spray sono migliori per grandi porzioni di lavoro, quindi adoperatele quando il vostro disegno è abbastanza grande. Soprattutto se lavorate con il gesso o i gessetti, senza fissativo perdono carattere, perchè si sfaldano facilmente ed è necessario che lo applichiate, mentre con il fissativo sul carboncino, otterrete un effetto indistinto.

Come Scoprire chi Chiama con il Numero Anonimo

Praticamente tutti, almeno una volta nella vita, hanno subito una chiamata anonima sul proprio cellulare. Questo può essere un ottimo scherzo se viene fatto per ridere, una volta ogni tanto. Ma se la cosa degenera, allora si entra nel campo dello stalking vero e proprio. Ogni operatore telefonico, da Vodafone a Tre, passando per Tim a Wind, mette a disposizione un codice per permettere agli utenti di effettuare chiamate anonime.

La procedura è veramente semplice e richiede solo qualche attimo. Ma se invece volessimo scoprire il mittente delle chiamate anonime? Anche in questo caso si possono trovare diverse procedure per farlo. Supponiamo che il tuo gestore telefonico si Wind e che tu abbia ricevuto una chiamata anonima pochi minuti fa. Come si fa a risalire al numero? Semplice, chiama il servizio clienti al numero 155.

Una volta fatto questo dovrai richiedere l’attivazione del servizio che ti consente di scoprire il mittente di ogni chiamata. Il costo di questa opzione non è troppo elevato ma vale solo per un periodo limitato di tempo (di solito funziona per due settimane). Per questo motivo, se sei bombardato di chiamate anonime da mesi, meglio rivolgersi ad altri metodi.

Hai un dispositivo con sistema operativo Android? Allora devi assolutamente provare l’applicazione Whooming. Whooming ti permette di sapere chi ti disturba con il numero anonimo. Sarà sufficiente registrarsi sul sito Whooming.com, configurare velocemente il tuo smartphone e potrai utilizzare gratis il servizio. Ogni qualvolta riceverai una chiamata anonima di disturbo ti basterà agganciare la telefonata per sapere chi ti sta chiamando.

Potrai scoprirlo in vari modi
accedendo al sito www.whooming.com tramite la email che riceverai dopo la chiamata
consultando il numero di telefono direttamente da questa fantastica App
acquistando del credito per ricevere il numero anonimo direttamente tramite SMS

Per scaricare questa splendida applicazione non devi fare altro che collegarti nel market Google Play Store. Il servizio è totalmente gratuito e funziona in modo eccellente. Risulta essere uno dei migliori metodi per risalire ad un numero quando ti chiamano con l’anonimo.

Una volta che è stato trovato il numero, è possibile seguire questa guida su come scoprire nome da numero presente su Iltelefonico.com per sapere chi chiama.

Come Preparare Orata al Forno con Verdure

Ecco una ricetta per un secondo piatto leggero e sfizioso, il filetto di orata al forno con contorno di gustose verdure. Cosa c’è di più buono che la verdura insaporita al forno e del pesce di mare? Tra le ricette a base di orata inoltre possiamo considerare questa ricetta light, e salutare, ottima anche da proporre in tavola se abbiamo amici o ospiti a cena. Scoprite come si prepara passo passo.

Spesso le ricette più semplici e a base di ingredienti pochi e genuini sono le migliori (quasi sempre). Questo è proprio il caso del delizioso e delicato secondo piatto di pesce che vi proponiamo oggi. Perfetto per ogni stagione, l’ideale in estate, è poco calorico e mette d’accordo la volontà di mantenere la linea in vista della fatidica prova costume con le voglie più sfiziose in cucina. Per ottenere una ricetta di qualità, vi consiglio di aggiungere poco olio e sale agli ingredienti, e piuttosto mettere pepe e spezie.

Gli ingredienti per due persone
2 melanzane
3 pomodori
sale (pochissimo)
4 filetti di orata
3 patate
1 spicchio di aglio
olio extra vergine d’oliva
2 cipolle
1 mazzetto di basilico

La preparazione
Tagliate a fette la melanzana e le cipolle. Tagliate anche i pomodori. Nel fratfate lessare le patate, anche se dovete lasciarle al dente (dieci minuti massimo di cottura). Una volta raffreddate tagliatele a cubetti.

Fate scaldare un bel giro di olio extravergine di oliva in una padella antiaderente e mettete a soffriggere l’aglio, quando sta per dorarsi aggiungete le melanzane, poi le cipolle ed infine i filetti di spigola già lavati e puliti. Lasciate solo qualche minuto per rosolare, la cottura è al forno.

Prendete una pirofila da forno e ungetela con pochissimo olio, adagiate i filetti di orata scolati dall’olio e le verdure. Date un tocco con foglioline di basilico e un pizzico di sale.

Infornate a 180 gradi in forno scaldato per trenta minuti . Servite caldo in tavola.

Come Preparare Polpette di Piselli al Sesamo

Oggi vi proponiamo un secondo piatto sfizioso completamente a base di verdure, tra le ricette light perfetto se volete rimanere in forma ma sempre con gusto. Ai fornelli ci serviranno pochi ingredienti, l’importante è che siano sempre freschi e di qualità, per l’ottima riuscita della nostra ricetta. Vediamo come si preparano le deliziose polpettine di piselli al sesamo.

Una ricetta facile e che si può personalizzare in vari modi, a seconda della dieta che state seguendo, o se semplicemente avete voglia di una portata leggera e delicata, che non appesantisca l’organismo. Ideale per la cena sia in questo periodo che per la primavera, quando finalmente il freddo di questi fatidici giorni sarà solo un vago ricordo.

Gli ingredienti
Aglio (1 spicchio)
Foglioline di menta fresca
Pane grattugiato
Parmigiano Reggiano
sale
pepe
ricotta (normale o light)
piselli 500 gr
semi di sesamo
un uovo

Il procedimento
Per prima cosa andiamo a sbollentare i piselli sia che siano freschi o surgelati. In un tegame mettiamo acqua salata e la facciamo bollire, poi lasciamo cuocere i piselli per circa dieci-dodici minuti. Quando i piselli sono cotti li scoliamo e li lasciamo raffreddare.

Adesso li inseriamo nel boccale del mixer con un pochino di brodo vegetale, un filo d’olio d’oliva, sale e pepe e lo spicchio d’aglio tritato. Facciamo girare finchè il composto non risulterà pastoso ed omogeneo. Prendiamo ora una terrina e amalgamiamo al composto la ricotta, mescoliamo bene, le foglioline di menta tritate, un uovo e il parmigiano. Continuiamo a mescolare.

Stendiamo in un piatto il pangrattato. Formiamo adesso le classiche palline con il palmo della mano con il composto e poi passiamo ogni polpettina nel pangrattato, a cui avremo aggiunto i semi di sesano. Accendiamo il forno a 180 gradi, quando caldo inforniamo le polpettine adagiate su carta da forno per circa venti minuti. Servire le polpettine di piselli calde con una salsa a base di verdure a piacere.

Come Preparare Trancio di Salmone

Arrivare in forma perfetta all’inizio delle prime giornate primaverili, è un must a cui molti di noi non riescono proprio a rinunciare ma, come abbiamo ripetuto più volte qui a Sapori e Ricette, per ottenere un fisico mozzafiato, è necessario innanzitutto correggere la propria alimentazione e poi fare molto esercizio fisico.

Tenendo questi due principi bene a mente, sarà facile innescare nel nostro comportamento la ricerca di uno stile di vita sano e salutista che, sicuramente, ci renderà più facile l’impresa di togliere i chili in più dai fianchi.

Ma fare una dieta non significa digiunare, anzi! L’alimentazione ideale è quella composta da una dieta variegata, ricca soprattutto di frutta, verdura e pesce. La ricetta che aniamo a vedere questa sera, infatti, è indicata particolarmente a chi ha intenzione di dimagrire per l’arrivo dell’estate, ma anche per chi ha voglie di mangiare qualcosa di gustoso e leggero: Trancio di salmone alla vinaigrette e verdure.

Ingredienti (per due persone):
tranci di salmone, 2
verdure a scelta
riso bianco lesso
Ingredienti (per la vinaigrette):
aceto di mele, un cucchiaio
olio di oliva, un cucchiaio
succo di limone, un cucchiaio
prezzemolo tritato, un cucchiaio
sale, pepe

Tempo di preparazione: 20 minuti

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dalla preparazione della vinaigrette: all’interno di una ciotolina versate l’aceto di mele, l’olio di oliva, il succo di limone e il trito di prezzemolo; condite il tutto con un pizzico di sale e pepe, quindi mescolate bene e mettete a riposare.

Nel frattempo, procedete con la preparazione del salmone: conditelo con un filo di olio, quindi mettetelo a riposare per una mezz’ora circa, quindi ripetete l’operazione anche per l’altro lato e attendete il tempo indicato.

Trasferite poi il salmone all’interno di una piastra e procedete finché non avrà preso il colore della cottura da entrambi i lati in modo piuttosto uniforme ed omogeneo. Una volta cotto, mettetelo in un piatto da portata e conditelo con la vinaigrette precedentemente preparata.

Il sapore del pesce e del suo condimento risulterà ancora più accentuato, se accostato ad un contorno di verdure bollite e una manciata di riso bianco lesso, magari anche questi conditi con la vinaigrette.